FPU BARMAN ACADEMY. Tra apprendimento e ricerca.

Barman, il lavoro più bello del mondo!

Nessun altro lavoro difatti consente di poter lavorare a contatto con la gente, in un campo i cui confini ancora non permettono in alcun modo di esaurire la materia.

Già definire il termine “barman” è tutt’altro che semplice, senza contare che la settorializzazione dei campi, a volte purtroppo in maniera negativa, sta creando dei compartimenti stagni per cui un “flair bartender” e un “mixologist” a volte non si parlano neppure!

Spieghiamoci meglio. Riguardo l’apprendimento della materia bar, la prima parte del percorso formativo è rappresentata da un corso di “base”, durante il quale il corsista viene appunto preparato per iniziare a entrare nel mondo del lavoro in un bar.

Durante il corso Barman a Roma vengono anche dati spunti su altri percorsi più specifici, che assolutamente non si escludono a vicenda, anzi rappresentano per il corsista la possibilità di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze, in due settori: il flair, ovvero la spettacolarizzazione del servizio tramite movimenti acrobatici, e le tecniche avanzate di bar, sfruttando numerose discipline: dall’ “homemade”, la preparazione dei propri ingredienti, alla “molecular mixology”, allo studio più approfondito su merceologia e materie prime, alla creazione di ricette originali.

La FPU da la possibilità, una volta che si entra nella community, di rimanere in un clima stimolante, in cui l’apprendimento non ha mai termine: nuove e vecchie tendenze, tecniche e innovazioni, per andare poi a unire il tutto, con un occhio alla soggettività del singolo, a creare il “barman” che ogni corsista vorrà diventare.

Senza fine.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *